Natalità, ovvero innaturalità

Sull'ultimo numero di Nuovi Argomenti Guido Mazzoni racconta un episodio che non esiterei a definire banale: a metà di una cena i padroni di casa poggiano sulla tavola la culla del loro neonato. Ma nel cerchio degli amici, "fra i trenta e i quarant’anni, tutti molto fragili", questa esibizione apre un campo psicologico "pieno di sottintesi e di tensione". Si fissa in volto il piccolo "senza paura o pudore, come si fa con gli animali: il suo sguardo non oppone alcuna resistenza al nostro".

Sul mestiere
Siamo seri
Labranca ha ragione
La lettera dello spedizioniere
L'arte è nostalgia e autobiografia

Sui massimi sistemi
Amore precario, lavoro eterno
Banane
Natalità, ovvero innaturalità
CNN e Radiotre
Andate a quel paese (migliore)
Caino, questo consumista
Il ricettario del Signor G.
I nemici della pubblicità
La tua fetta è più grande della mia

Report
In bagno con Claudia Koll
Stargate Gargano
Book-Safari
Ciudadela pentagonale
La lotteria della carne