Stargate Gargano

Lui non voleva. Non si era mai cimentato, non si riconosceva la necessaria spiritualità. Forse non gli andava di cercare sintonie con plebi superstiziose. Perché, con tanti bravi architetti in giro per il mondo, i pii monaci si erano incaponiti con lui? Dal giorno del cortese rifiuto, però, Renzo Piano ricevette ogni mattina un fax con la benedizione personale dell'economo provinciale dei frati minori cappuccini.

Ma che gentile. Che benevolo pensiero. Dopo quanto tempo cominciò a trovare che forse quei fax erano un pò persecutori - o almeno iettatori? Che un'insistenza di quel genere assomigliava – divinamente – a quegli abbracci mafiosi che sottintendono la sempre presente eventualità di un ritiro della benevola protezione?

Era da un pò che mi ripromettevo di andare a verificare l'esito di questa benedicente insistenza...

Sul mestiere
Siamo seri
Labranca ha ragione
La lettera dello spedizioniere
L'arte è nostalgia e autobiografia

Sui massimi sistemi
Amore precario, lavoro eterno
Banane
Natalità, ovvero innaturalità
CNN e Radiotre
Andate a quel paese (migliore)
Caino, questo consumista
Il ricettario del Signor G.
I nemici della pubblicità
La tua fetta è più grande della mia

Report
In bagno con Claudia Koll
Stargate Gargano
Book-Safari
Ciudadela pentagonale
La lotteria della carne